San Giuliano MilaneseToday

San Giuliano, nuova piscina nell'oasi del WWF: polemiche

L'idea di una società privata che si è proposta al Comune. Il no delle associazioni ambientaliste

San Giuliano, l'oasi

Un terreno oggi all'interno di un'oasi del WWF potrebbe trasformarsi in una piscina privata. Siamo a San Giuliano Milanese, in via De Nicola. L'interessamento è arrivato dallo Sporting Club Verona, che ha presentato al municipio sangiulianese una proposta da 7 milioni di euor per realizzare appunto un impianto natatorio in funzione tutto l'anno. E la notizia ha suscitato alcune polemiche.

Il Comune di San Giuliano Milanese ha specificato che l'area è di proprietà comunale e non è attualmente gestita da nessuno. Pertanto non occorrerebbero modifiche urbanistiche come la destinazione d'uso. Non solo: Marco Segala, sindaco di San Giuliano, ha specificato che "i cittadini vogliono la piscina" e che, dai suoi calcoli, l'area interessata sarebbe di 3-4 mila metri quadrati su un totale di 25 mila.

Nettamente contraria è l'Associazione Parco Sud, secondo cui si parla di "un'area verde integrale naturale urbana, costata anni e anni di impegno dei volontari del WWF e dei cittadini che periodicamente hanno partecipato alle varie fasi di piantumazione, sfoltimento, pulizia e fruizione". Il progetto comporterebbe, secondo l'associazione, lo sradicamento di centinaia di piante. 

Contrario anche l'Osservatorio per il consumo del suolo nel Sud-Est, composto da diverse associazioni tra cui le sezioni locali di Legambiente, WWF e Italia Nostra. "Non siamo contro un nuovo centro sportivo ma chiediamo che l'oasi non venga sacrificata e si difenda un ambiente naturale esistente da più di 25 anni". L'osservatorio promette una petizione nel caso in cui la procedura vada avanti e chiede di individuare piuttosto un'area dismessa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma per il sindaco Segala non esisterebbero altre aree dismesse a San Giuliano. Il primo cittadino ha però messo le mani avanti, spiegando che il progetto, così come è arrivato in municipio, non va bene, per cui la società dovrà ripresentare un piano economico-finanziario che risponda alle norme contenute nel Codice degli Appalti. Poi si vedrà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Bollettino contagi coronavirus: a Milano trovate sei persone positive, 16 nella città metropolitana

Torna su
MilanoToday è in caricamento